via Orsini 35, Imola (Bo) info@chaimandir.com +39 0542 27950

India

India

E’ il maggior produttore di tè nero al mondo. Le regioni di produzione sono situate nel Nord e nel Sud del paese.
Le principali regioni produttrici sono:

Darjeeling

Questa regione si estende lungo la catena nord-est dell’Himalaya. Il tè viene coltivato sulle alte pendici dei monti: i giardini del tè sono infatti situati ad altezze che variano dai 1000 ai 2200 metri di altitudine, su ripidi pendii dove la meccanizzazione è impossibile. La raccolta si effettua perciò a mano e vengono selezionati soltanto i germogli più giovani e teneri.
I tè darjeeling, spesso ricordati come gli champagne tra i tè. hanno un aroma particolarmente ricco e sottile, una fragranza misteriosa che evoca le alte cime himalayane. La natura del suolo è eccezionale (poco calcarea), le notti sono fresche e nebbiose, l’irraggiamento solare è buono e l’aria è molto pura.

Quattro sono i raccolti:
Primaverile (first flush) da metà aprile a metà maggio, dà tè giovani dal profumo intenso e fiorito;
Intermedio (in between) associa la freschezza dei tè primaverili alla maturità dei tè estivi;
Estivo (second flush), da metà maggio a inizio luglio, dà tè più vigorosi dai profumi pronunciati e dal gusto fruttato che ricorda il moscato e la pesca.
Autunnale (third flush): dopo il monsone estivo, i venti freschi di settembre permettono la terza raccolta. Sono tè a foglie grandi dal gusto rotondo, l’infusione color rame da abbinare eventualmente ad una nuvola di latte

I giardini sono gestiti dai “Tea Promoters”, i primi ad avere promosso l’agricoltura biologica e ad avere sviluppato un programma sociale per i loro operai. Essi coltivano un certo numero di giardini impiantati dagli inglesi attorno al 1850. In relazione alla grandezza del giardino, vengono impiegati da 250 a 650 lavoratori, di stragrande maggioranza di origine nepalese.
Giardini e progetti equo: Mineral Springs,  Potong, Snowview, Samabeong, Seeyok, Selimbong, Singell, Teesta

Assam

Situata sulle rive del fiume Brahmaputra, tra il Tibet e la Birmania, è la più grande regione produttrice di tè al mondo. Si contano circa 2000 giardini. I tè d’Assam sono caratterizzati da foglie larghe e grandi. L’aroma è pronunciato, il loro gusto speziato e rotondo. Sono stati selezionati raccolti estivi e autunnali dall’aroma potente e dal gusto maltato e zuccherato. Sono per eccellenza tè del mattino e si sposano molto bene con una nuvola di latte.
Giardini: Banaspaty,  Bherjan

Dooars

Situata nel Bengala ovest, tra il Darjeeling e l’Assam, è una regione pianeggiante. Il tè cresce in mezzo ad elefanti, ruscelli di montagna e nel sottofondo verdi foreste tropicali.
Poche persone conoscono i tè Dooars che non hanno la stessa fama di quelli dell’Assam, benchè gli somiglino molto, tanto nel gusto che nella qualità.
Circa 160 piantagioni segnano il paesaggio così come tre riserve naturali e una riserva di tigri.
I tè del Dooars sono essenzialmente tè per il mercato locale. Il tradizionale chai, tè indiano al latte, si prepara con i tè Dooars.
La produzione annua di tè è di circa 180 milioni di chilogrammi.
Giardino Putharjhora

Nilgiri Montagne Blu e Singampatti Rain Forest

I tè di queste regioni dell’ India del sud donano un’infusione rosso dorata dall’aroma speziato e fine che ricorda il sapore dei tè dello Sri Lanka e la potenza dei tè dell’Assam. Sono tè adatti alla prima colazione e al tea-time del pomeriggio e accettano una nuvola di latte.
Giardini: Dunsandle, Oothu, Manimuttar

ORDINA I TE’ ON LINE